Angel nasce da un concetto di innovazione,
con l’intento di portare brio e leggerezza nelle sue collezioni,
senza mai perdere la sua visione dell’alta moda.

Il designer italiano, Francesco Pannico, lancia il progetto nel 2015,
partendo da una visione streetwear della moda,
rendendo ogni capo realizzato accessibile ed indossabile da tutti,
facendo emergere nelle sue collezioni il concetto di
GENDERLESS.

Con il passare degli anni e delle collezioni,
grazie all’ingresso di una figura femminile,
Anna Esposito, con una concezione più Glamour della moda,
nel settembre del 2020,
Angel si trasforma in ANGEL WMN,
WMN che va ad indicare lo specifico concetto di DONNA - WOMAN,
sottraendo al termine inglese l’uso delle vocali.

Il brand modifica sempre di più quella che è la sua visione,
attraverso anche la continua ricerca dei dettagli.

ANGEL WMN è un progresso,
è un’accentuata discussione tra l’essere e l’apparire,
è lo scavalcarsi di differenti personalità,
l’estroverso ed audace prêt-à-porter contrapposto
alla misurata riservatezza dell’haute couture.

Il brand si esprime creando degli “oggetti da collezione”,
capi dalla forte esuberanza di cui affascinarsi;
femminilità e seduzione destinati ad essere longevi nel tempo.
Spalline, paillettes, scollature profonde e colori accesi
invocano quello che è un ritorno al passato,
un ritorno al bello,
una sorta di malinconia,
di nostalgia verso gli anni passati, gli anni 70, il Boulevard.
I ragazzi della 56ª strada, American Graffiti, La vita è un sogno,
C’era una volta a … Hollywood: indipendenza, ambizione,
esuberanza, incoscienza.
Il confine tra entusiasmo e aggressività.

Le collezioni sono pensate per ragazze così cariche,
intente a divertirsi ed apparire.

La moda è arte, è cultura,
ANGEL WMN vuole essere un messaggio, un’idea, un inizio.

Product added to wishlist